Fabio Basalisco

Visita come medico ayurvedico in tutta ITALIA, conduce conferenze, corsi, seminari, e pratica massaggi.



MANTRA E POESIA

Desiderata

Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio. Finchè è possibile senza doverti abbassare, sii in buoni rapporti con tutte le persone. Di la verità con calma e chiarezza e ascolta gli altri, anche i noiosi e gli ignoranti perché anche loro hanno una storia da raccontare. Evita le persone volgari ed aggressive, esse opprimono lo spirito. Se ti paragoni agli altri corri il rischio di far crescere in te orgoglio ed acredine, perché sempre ci saranno persone più in basso o più in alto di te. Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti. Conserva l’interesse per il tuo lavoro, per quanto umile, è ciò che realmente possiedi per cambiare le sorti del tempo. Sii prudente nei tuoi affari perché il mondo è pieno di tranelli. Ma ciò non accechi la tua capacità di distinguere la virtù: molte persone lottano per grandi ideali e dovunque la vita è piena di eroismo. Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti e neppure sii cinico riguardo all’amore poiché, a dispetto di tutte le aridità e disillusioni, esso è perenne come l’erba. Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano dall’età, lasciando con un sorriso sereno le cose della giovinezza. Coltiva la forza di spirito per difenderti contro l’improvvisa sfortuna, ma non tormentarti con l’immaginazione. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine. Segui serenamente una disciplina morale e sii tranquillo con te stesso. Tu sei un figlio dell’Universo non meno degli alberi e delle stelle. Tu hai diritto di essere qui. Perciò sii in pace con Dio, comunque tu lo percepisca e qualunque siano le tue lotte ed aspirazioni, mantieniti in pace con la tua anima pur nella rumorosa confusione della vita. Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati ed i sogni infranti, è ancora e pur sempre un mondo stupendo. Sii attento, cerca di essere felice. (trovata nell’antica Chiesa di San Paolo a Baltimora nel 1692)

Gayatri Mantra

Om bhur bhuvah svah, tat savitur varenyam
Bhargo devasya dhimahi, dhiyo yo nah prachodayat.
OM: il supremo, l’espressione massima della divinità sotto forma di vibrazione sonora
Bhur: la terra
Bhuvah: l’atmosfera
Svah: il cielo
Tat: colui quello
Savitur: il sole, la divinità che genera ed illumina la vita, principio di luce
Varenyam: l’assoluto, degno di lode e di adorazione
Bhargo: quella luce suprema che dimora nel sole e distrugge i semi del karma
Devasya: della divinità che causa lo splendore dell’Universo
Dhimahi: meditiamo
Dhiyo: intelletto
Yo: egli
Nah: nostro
Prachodayat: possa sostenere verso l’illuminazione
OM, saluto la terra, lo spazio, il cielo. Meditiamo sullo spirito luminoso del Divino Creatore che è degno di adorazione, possa egli dirigere le nostre menti.

G. Della Croce
Per raggiungere il punto che non comprendi devi percorrere la strada che non conosci.
A. Einstein

Il fatto di vedere la differenza, in che modo permette l’unità? Semplicemente perché non può esistere unità sul piano fisico, dato che è il piano delle forme e tutte le forme sono tra loro diverse. L’unità si trova solo nel cuore. È un sentimento: l’Amore e nell’amore l’io scompare, solo l’altro rimane. C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà

Derzavin

Un asino resta sempre un asino, anche se lo ricopri d’oro.

W.B. Yeats

Nelle grandi cose gli uomini si mostrano come conviene loro mostrarsi; nelle piccole si mostrano quali sono (N. de Chamfort). – Pensa da uomo saggio, ma comunica nel linguaggio del popolo.

R. Niebuhr

Oh Signore, dacci la serenità per accettare quello che non si può cambiare, il coraggio di cambiare quello che va cambiato e la saggezza di distinguere l’uno dall’altro.

Epicuro

È impossibile vivere piacevolmente se non si vive saggiamente, bene e con giustizia; ed è impossibile vivere saggiamente, bene e con giustizia se non si vive piacevolmente.

J. Krishnamurti

Se incominciate ad indagare, guardare, osservare come funziona il cervello, allora vedrete che esso diventerà straordinariamente quieto; un silenzio che non è sonno, ma è attivo e quindi è quiete. Una grossa dinamo che funzioni perfettamente quasi non fa rumore; soltanto quando c’è attrito, c’è rumore.

Tradizione Zen

Il maestro chiese: “chi ti ostacola?”. L’allievo: “nessuno mi ostacola”. Replicò il maestro:” e allora che bisogno c’è di cercare la liberazione?”

Osho

Più conosci gli spazi profondi del silenzio, più cominci a sentirti a tuo agio con te stesso, più ti senti appagato dell’esistenza, maggiori saranno le espressioni a cui il tuo essere darà vita. Comincerai ad amare.